Blog

Trovare lavoro oggi: prova con i social

I social sono spesso utilizzati per svago e divertimento, ma con i dovuti suggerimenti  puoi trasformarli in uno strumento per trovare il lavoro che cerchi, vediamo come!

Facebook

Non si può dire che Facebook sia propriamente un social network destinato alla ricerca di lavoro. Tuttavia, grazie alla sua diffusione capillare su scala mondiale, si può rivelare adatto per cercare contatti professionali e promuoversi in ambito lavorativo. Ecco perché diventa importante capire come usare Facebook per trovare lavoro.

Tieni il profilo sempre aggiornato

Proprio come il curriculum, il profilo social con cui ti introduci al mondo del lavoro deve essere completo e dettagliato, ma senza esagerazioni.

Se vuoi usare Facebook per trovare lavoro, inserisci tutti i dettagli relativi al tuo percorso formativo e alla tua esperienza professionale passata e attuale, senza sconfinare nel superfluo ed evitando particolari che non corrispondano al tuo ambito di ricerca.

Scegli le foto giuste

Per evitare che il tuo profilo risulti anonimo, scegli con cura le immagini di profilo e copertina, che dovranno essere serie e comunicare qualcosa della tua personalità lavorativa, oltre che del tuo carattere.

La foto del profilo, come quella del cv, dovrebbe rispecchiare professionalità, inquadrare unicamente il viso, su uno sfondo possibilmente neutro.

Sarebbe un’ottima scelta quella di utilizzare la stessa foto per tutti i profili social con cui desideri svolgere un’attività di ricerca del lavoro.

Configura le impostazioni di privacy

Nell’ottica di usare Facebook per trovare lavoro, l’idea migliore sarebbe quella di creare un profilo destinato solo all’ambito lavorativo e al networking professionale.

Se scegli di utilizzare il tuo profilo personale, imposta con cura i filtri di privacy, con particolare attenzione alle foto, agli aggiornamenti, ai vecchi post e a tutte quei contenuti che potrebbero compromettere o deformare la ricezione della tua figura professionale.

Naturalmente, trattandosi di un social network e non di uno statico curriculum vitae, non ti basterà semplicemente definire il tuo profilo, ma ti dovrai mostrare attivo e dinamico, per incrementare le possibilità di trovare un’occupazione.

Connettiti con le aziende che ti interessano

Se vuoi usare Facebook per trovare lavoro, cerca le aziende che corrispondono alle tue aspirazioni professionali, mettendo “mi piace” sulle loro pagine, per ricevere aggiornamenti sulle attività di recruiting e le posizioni aperte. Puoi inviare il tuo cv in allegato a un messaggio di posta privata, che dovrà contenere la tua lettera di presentazione.

  1. Pubblica contenuti

Dimostra di essere sempre aggiornato e attivo, ricordando sempre il contesto in cui pubblichi. Scegli contenuti di qualità, che possano suscitare un interesse nei tuoi contatti e dimostrare che padroneggi un settore e che sei appassionato alle sue dinamiche.

 

Linkedin

Linkedin, è il social network nato proprio con lo scopo di favorire la creazione di una rete di contatti professionali..

Crea un profilo professionale

Crea un profilo facilmente identificabile, rintracciabile, aggiornato,  inserisci le esperienze accademiche più’ significative, scegli un’immagine appropriata e un’immagine di copertina adeguata

Impostazione della privacy

Imposta i criteri di privacy e crea liste per colleghi, conoscenti, familiari, amici, per i quali sono disponibili vecchi post, notifiche, mi piace, immagini

Modalità di utilizzo 

Monitora costantemente  i gruppi e le applicazioni cui sei iscritto. Posta contenuti interessanti e partecipa ai gruppi di discussione per creare contatti utili per cercare lavoro. Segui le pagine delle aziende che ti interessano, resta aggiornato, partecipa ai contest e invia il cv nel tab recruitment

 

Come candidarsi alle offerte su LinkedIn

È tutto pronto, il tuo profilo è completato ed è arrivato il momento di cercare attivamente lavoro, adesso ti puoi candidare alle offerte presenti sulla piattaforma.
Nella barra del menu, in alto nella pagina, accedi alla sezione “lavoro”, lì avrai la possibilità di compilare il form di ricerca che contiene due campi: lavoro e località; a questo punto  potresti sapere esattamente cosa cerchi e quindi compilare entrambi i campi, oppure decidere di puntare solo sulla professione, a prescindere dalla località o viceversa.
I risultati della ricerca ti appariranno a sinistra, in una sorta di elenco, cliccando sull’annuncio che ti interessa vedrai apparire a destra la descrizione completa. Spesso la candidatura richiede pochi secondi, è il caso della “candidatura semplice”, cliccando sul bottone che riporta questa dicitura dovrai solo allegare il tuo CV e inviare.

Quando invece trovi il bottone “candidati” di norma atterrerai sulla pagina dell’azienda che assume, o sulla pagina di una società di recruiting, i passaggi richiedono l’iscrizione ai loro siti, quindi il processo è più lento, ma di contro hai il vantaggio che il tuo CV rimarrà nei loro database.

Per comodità, ti consigliamo di impostare il job alert: sempre nella sezione lavoro, inserisci il job title che stai cercando, in alto troverai la scritta “Avviso offerta di lavoro non attivo”, clicca sul pulsante che trovi di fianco alla scritta e attivalo, si aprirà un modulo che ti permetterà anche di scegliere con quale frequenza ricevere gli alert.

 

Twitter 

Crea un account professionale

Sembrerà ripetitivo, ma il primo consiglio per i social network riguarda sempre l’account o il profilo: ricordati che si tratta di spazi pubblici di comunicazione, accessibili a tutti e sempre in vista! È quindi di primaria importanza curare la propria immagine pubblica per poter fare una buona impressione a chi “osserva” (non è raro che i recruiter diano una sbirciata ai profili social dei candidati, per farsi un’idea delle persone che incontreranno).

Su Twitter inserisci brevi informazioni sul tuo percorso formativo e professionale e non dimenticare di inserire i link a eventuali blog, sito personale o altri documenti online che argomentino le tue esperienze. Può essere di grande utilità anche inserire un collegamento al tuo profilo Linkedin.

Utilizza una foto seria e scegli un nome utente coerente con le tue ricerche professionali (puoi usare anche uno pseudonimo, purché indichi la tua professione o le tue competenze).

Costruisci una rete di contatti

Individua le aziende o le persone che potrebbero rivelarsi importanti per perseguire i tuoi obiettivi professionali e diventa loro follower.

In tal modo potrai restare sempre aggiornato sulle attività dei tuoi contatti e ricevere in tempo reale eventuali segnalazioni riguardanti posizioni aperte e offerte di lavoro.

Ricordati di attivare le notifiche sull’app di Twitter del tuo smartphone per essere costantemente connesso e informato sulle novità di tuo interesse.

Twitta spesso e partecipa alle discussioni, dimostrando le tue competenze e la tua professionalità. I presupposti fondamentali per una ricerca efficace su Twitter, così come per tutti gli altri social, sono l’attività e l’interazione, mirate ad ottenere la visibilità e la diffusione del proprio profilo professionale.

Ricerca attivamente il lavoro

Utilizza la barra di ricerca e lo strumento Advanced Search per individuare tutti i tweet che possano riguardare il lavoro che cerchi (ricorda di specificare la posizione e la città di tuo interesse).

Inserisci nel motore di ricerca hashtag mirati, come ad esempio #lavoro o #assunzioni, o un altro hashtag che indichi la posizione che cerchi.

Puoi anche contattare direttamente le aziende che ti interessano, purché tu abbia un profilo impeccabile

 

Siti Web per Cercare Lavoro

Di seguit,o è possibile visionare un elenco di alcuni dei principali servizi online che permettono la ricerca di opportunità lavorative in Italia e all’Estero.

Monster

Oltre alla classica ricerca del lavoro per località, parola chiave e categoria, Monster offre sezioni speciali dedicate ai neolaureati, ai professionisti Nel sito, inoltre, c’è una parte apposita in cui sono raccolte tutte le opportunità all’estero, comoda per chi ambisce a lavorare fuori o chi è semplicemente curioso di scoprire nuove realtà professionali.

Sono presenti anche degli approfondimenti su come scrivere un curriculum o una lettera motivazionale. Le aziende che pubblicano su Monster devono pagare una tariffa e sono quindi obbligate a investire risorse nella selezione del personale. Si va dai 270 euro per un singolo annuncio classico con validità di 30 giorni ai 1.140 euro per un pacchetto premium che include la pubblicazione di tre annunci e servizi aggiuntivi (auto-refresh, pubblicazione su siti partner e sui social).

 

InfoJobs

La piattaforma di InfoJobs si distingue dalle altre per l’area dedicata alla formazione, che elenca tutti i corsi offerti dalle aziende e dalle società specializzate. Alcuni annunci, oltre alla formazione, offrono ai candidati un periodo di stage da svolgere nelle imprese

A differenza delle altre piattaforme Indeed è un collettore di annunci di lavoro. Tra i vantaggi offerti c’è il sistema di alert che permette di ricevere gli annunci il linea con il proprio profilo direttamente per e-mail. Le aziende possono pubblicare le offerte di lavoro sia gratuitamente sia a pagamento.

Jobrapido

La piattaforma di Jobrapido è semplice e immediata. Tra i vantaggi per i candidati c’è quello di poter inserire tra i criteri di ricerca la distanza dal luogo di lavoro (da 15km a 60km). Anche Jobrapido, come Indeed, è un collettore di offerte di lavoro che vengono riprese da vari siti web. Può quindi capitare di trovare uno stesso annuncio di lavoro pubblicato diverse volte.

 

Lascia i tuoi commenti o rivolgi le tue domande sull’utilizzo dei social per la ricerca attiva del lavoro scrivendo al seguente indirizzo email: agenzia.lavoro@foral.org

 

No comments yet! You be the first to comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *