Blog

SCUOLA: iscrizioni Online dal 16 gennaio al 6 febbraio 2018

Da alcuni giorni e fino al 6 febbraio 2018 sono aperte le iscrizioni online alle scuole superiori e ai corsi di formazione professionale e i nostri ragazzi, con le famiglie, si trovano davanti ad una importante scelta: dove mi iscrivo? Scuola di Stato o Ente di Formazione? Quale indirizzo?

Cerchiamo, in modo sintetico, di dare alcuni consigli per questa importante decisione esaminando almeno 5 elementi da considerare per fare la scelta giusta!

 

  1. Interessi e abilità: è importante assecondare gli interessi dei figli e dar loro la certezza di optare per un percorso per loro interessante che possa motivarli nello studio.
  2. Il mondo del lavoro: è importante conoscere le figure professionali ricercate dalle imprese specialmente sul territorio per poter agevolare i nostri figli a finalizzare il percorso di studio ad un’occupazione.
  3. I costi: le spese che le famiglie sostengono per la frequenza dei figli in un istituto statale (iscrizione, libri di testo, materiali didattici) hanno un grande impatto sulle finanze famigliari ed è quindi importante valutare l’opportunità che offre la formazione professionale che non prevede alcun costo di frequenza, né di acquisto di libri di testo.
  4. I tempi: tenere conto di quanti anni servono per conseguire una qualifica o un diploma è fondamentale! È bene ricordare, infatti, che se intraprendono un percorso di studi in uno degli istituti superiori, i nostri figli dovranno frequentare la scuola per almeno cinque anni e successivamente magari continuare affrontando anche un percorso universitario, ma se scelgono un percorso di studi in una scuola professionale (collegamento: @foral), gli anni necessari a conseguire una qualifica possono essere solo due o tre, con la possibilità di affacciarsi subito al mondo del lavoro o di proseguire gli studi per conseguire un diploma tecnico.
  5. Le scuole: visitare gli istituti scolastici prima di iscrivere i nostri figli ci aiuterà a capire se gli ambienti sono attrezzati e accoglienti. Inoltre, visitando gli istituti, si avrà la possibilità di incontrare e interagire con il personale docente per valutare anche il lato umano dell’istituto
No comments yet! You be the first to comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.